Netweek      
News
Prodotti locali e di qualità: lo 'slow food' entra negli ospedali
18/07/07
Il Ministero della Salute e l'associazione Slow Food hanno siglato ieri un progetto innovativo che introdurrà negli ospedali cibi più salutari e un corretto stile alimentare.
Cibo e salute, si sa, sono elementi interdipendenti e quindi via all'introduzione di alimenti locali e stagionali prodotti dagli artigiani del territorio negli ospedali, con benefici per i malati ma anche per l'economia locale. Per l'azienda ospedaliera rappresenterebbe inoltre un modo per ridurre i costi di approvigionamento del cibo, perchè verrebbero azzerate le spese di filiera e trasporto. Insomma, cibi di qualità a basso costo.
Il progetto firmato dal ministro Livia Turco e da Carlo Petrini, presidente di Slow Food, verrà testato su circa 15 ospedali del territorio nazionale per una durata di tre anni, in modo da definire delle linee guida per l'introduzione di cibi sani ed economicamente sostenibile a seconda delle diverse realtà ospedaliere. Inoltre, il Ministero della Salute premierà le aziende sanitarie che adotteranno i nuovi modelli di nutrizione, basati su alimenti di qualità ed orari più flessibili per i pasti, che dovranno essere consumati con tranquillità e con spirito conviviale.
www.ministerosalute.it


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Auser Insieme Canturium onlus
Cantù
CF: 90014860135
Educare A:
Erba
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY