Netweek      
News
Regione Lombardia: via all'integrazione delle donne arabe
26/07/07
'Sono 130mila le donne arabe che, in Italia, rimangono rinchiuse senza conoscere nulla dei loro diritti'. La dichiarazione è stata fatta mercoledì scorso da Souad Sbai, presidentessa dell'Associazione comunità marocchina delle donne in Italia (Acmid) nel corso di un incontro con l'onorevole Daniela Santachè (An) e il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni.
L'occasione è servita per presentare un nuovo progetto, finanziato dalla Regione, che prevede la realizzazione di una casa di ascolto per le donne arabe residenti in Lombardia, nella quale verranno organizzate numerose attività con lo scopo di favorire l'integrazione femminile nella vita sociale. Tra queste sono proviste un corso di alfabetizzazione e la realizzazione di un gruppo di ricerca sulla condizione delle donne musulmane in Lombardia, in collaborazione con Ismu, l'Istituto per la Famiglia dell'Università Cattolica di Milano e l'Irer. Inoltre, nella casa presteranno opera volontaria medici, legali ed assistenti sociali
'Offrire punti di riferimento e strumenti di conoscenza è la forma giusta per aiutare le donne arabe a non sprofondare nell'emarginazione, ma a sviluppare la conoscenza di sè, della propria dignità e dei propri diritti all'interno della famiglia e nella società' ha dichiarato Souad Sbai.
www.agenziaaise.it


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Associazione nazionale alpini
Cantù
CF:
ASSOCIAZIONE ITALIANA DONATORI ORGANI
Borgomanero
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY