Netweek      
News
Respinto il ricorso di Novartis: l'India continuerà ad essere la 'farmacia dei poveri'
06/08/07
L'Alta Corte indiana di Cheney si è finalmente espressa ed ha respinto il ricorso fatto dalla multinazionale svizzera Novartis che aveva intentato una causa per rendere illegittima la norma che consente all'India di produrre farmaci salva-vita a basso costo, destinati principalemte ai Paesi in via di sviluppo.
Dal 2005 la legge indiana non riconosce infatti i brevetti per cambiamenti minori apportati alle molecole già conosciute - pratica spesso adottata dalle multinazionali per estendere il proprio monopolio - mentre i brevetti sono concessi solamente a farmaci realmente innovativi.
Tutelate da questa norma, le case farmaceutiche indiane hanno potuto produrre versioni 'generiche' di farmaci che hanno un costo molto più basso di quello dei prodotti coperti da brevetto.
Secondo l'organizzazione internazionale Medici senza Frontiere, quella pronunciata dal tribunale indianale è una vera e propria sentenza storica, che permetterà ai malati dei Paesi più poveri di avere a disposizione farmaci come antibiotici o antiretrovirali, questi ultimi indispensabili per l'assistenza ai malati di Hiv/Aids.
Oltre 420mila persone hanno firmato una petizione per chiedere alla Novartis di ritirarsi dalla causa intentata contro il governo indiano. Tra i firmatari ci sono anche il Premio Nobel per la pace sudafricano Desmond Tutu, gli autori John Le Carre' e Naomi Klein, oltre a molti parlamentari e ministri europei e statunitensi. Per l'Italia, tra gli altri, il sindaco di Roma, Walter Veltroni, la viceministra degli Esteri, Patrizia Sentinelli, personaggi del mondo spettacolo come Beppe Grillo e Dario Fo.
cooperazione.agi.it


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Fondazione ABIO Italia onlus
Milano
CF: 97384230153
Gruppo fotografico La Pesa
Cantù
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY