Netweek      
News
Legambiente e i laghi lombardi
26/07/06
I risultati delle analisi di Goletta dei Laghi, nell'ambito della campagna 'Cigno Azzurro 2006' di Legambiente, hanno meso in evidenza dati inquietanti sullo stato di salute del lago di Garda. Mentre le sponde veronesi sono pulite e balneabili, le coste trentine e lombarde risultano invece gravemente inquinate. Sono risultate infatti oltre i limiti consentiti dalla legge le acque di: Limone del Garda, Moniga e Padenghe. Meno compromesse le zone di S.Felice del Benaco e Sirmione.
Anche se iprelievi effettuati dal laboratorio mobile di Legambiente non possono influire sulla balneazione, decisione che spetta unicamente al Ministero della Salute, i risultati permettono però di delineare un quadro preciso della situazione delle acque al momento del prelievo.
Secondo Barbara Meggetto, della Direzione regionale di Legambiente, 'con l'arrivo della stagione turistica la popolazione sul lago aumenta di oltre il 50% e molti impianti non sono in grado di depurare le acque reflue'.
Anche il lago di Como desta qualche preoccupazione: campionamenti eseguiti in 16 località balnearie hanno messo in evidenza 11 sponde con differente tasso di inquinamento. I punti più compromessi sono Laglio, Bellagio, Torno, Argegno e Sorico. La causa principale di tale degrado è il mancato allacciamento dei sistemi di depurazione delle acque, al quale dovrebbero provvedere i comuni. A Laglio, per esempio, i tecnici di Legambiente hanno scoperto uno scarico a 100 metri dalla riva del torrente Tenciù e nella spiaggia vicina la concentrazione di coliformi fecali è risultata superiore di 56 volte il limite consentito per legge.
Tiziano Granata, portavoce nazionale di Goletta dei Laghi, lancia un appello ai comuni e alle Asl del territorio affinchè vengano esposti i cartelli di divieto di balneazione nelle zone più inquinate a tutela della salute della popolazione.

Tratto da www.legambiente.org


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Protezione Civile Mariano
Mariano Comense
CF:
Corpo Bandistico di Burago di Molgora
Burago Molgora
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY