Netweek      
News
Scarcerata Pegah Emamabkhsk ora in attesa di asilo politico
13/09/07
Hanno avuto esito positivo le pressioni esercitate dall'opinione pubblica giunte da tutte le parti del mondo in favore della scarcerazione dell'iraniana Pegah Emambakhsh, arrestata a Londra perchè clandestina. La donna, fuggita dal suo Paese perchè condannata a morte per la sua omosessualità, dal 2005 viveva illegalmente nel Regno Unito. Pochi mesi fa l'arresto e la certezza di essere rimpatriata. Grazie alla mobilitazione internazionale di associazioni, cittadini, istituzioni e governi, la donna è uscita dal carcere martedì scorso. A rendere pubblica la notizia è stato il gruppo Everyone, l'organizzazione italiana impegnata a fianco dell'associazione Friends of Pegah Campaign, che cura gli interessi della donna.
'Il caso di Pegah può essere la prima pietra di un nuovo edificio giuridico', ha dichiarato Matteo Pegoraro di Everyone, 'un edificio in cui si celebrino finalmente la giustizia e il rispetto dei diritti umani, non violazioni, abusi e orrori. Il governo britannico, di fatto, è a una stretta e può imboccare la via della vera civiltà, che non può prescindere dalla tutela dei deboli e dei perseguitati, o quella della barbarie, dell’ingiustizia, della complicità in persecuzioni e genocidi'.
Ora Pegah è libera, ma il suo caso dovrà essere esaminato dall'Immigration Court che dovrà pronunciarsi sulla richiesta di asilo politico.
www.womenews.net


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Associazione amici della Puglia
Limbiate
CF:
A.N.F.A.A.
Brugherio
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY