Netweek      
News
Fiera 'L'isola che c'è': un successo oltre ogni aspettativa
24/09/07
'La speranza di offrire una bella fiera è andata ancora oltre le aspettative. Complici anche le calde giornate, nella bella cornice del parco di Villa Guardia, questa edizione è stata invasa da migliaia di visitatori, del territorio ma anche delle provincie vicine, venuti per incontrare e conoscere le tantissime realtà che coniugano la solidarietà in tanti modi diversi. Affollate ed apprezzate gran parte delle proposte: i dibattiti ed i seminari, le animazioni per i bambini, i laboratori, le degustazioni, i concerti, l'EquoBar, il BioRistoro.
Confermato quindi il clima positivo che la fiera riesce ad offrire, che ne fa prima di tutto un momento di festa e di relazione prima che un momento commerciale.
I numeri ci danno un aumento generale del 20/25% rispetto all'edizione precedente, che aveva già raggiunto livelli ottimi. Stimiamo quindi in oltre 14mila le presenze di pubblico: oltre 4mila quelle che hanno partecipato ai due concerti serali, 2400 quelle che hanno mangiato al BioRistoro, 3mila le Pagine Arcobaleno distribuite.
Per la parte espositiva confermati i 130 stand previsti - belli e colorati - ed in generale sono state 170 le realtà che hanno collaborato complessivamente alla realizzazione di questa manifestazione: se la fiera c'è è prima di tutto perchè queste realtà esistono e partecipano. Sono complessivamente 230 quelle censite ad oggi nelle Pagine Arcobaleno, che nell'edizione di quest'anno sono state ulteriormente rinnovate anche con una mappa provinciale della rete comasca di economia solidale.
Per realizzare tutto ciò non può che esserci una grande partecipazione diffusa e dal basso: la fiera nasce con il contributo volontario di tantissime persone, che cercano di offrire un evento bello e godibile ma con mezzi semplici e nell'economia delle relazioni. Alcuni numeri:
- sono oltre 40 le persone che lavorano all'organizzazione della fiera, da maggio a settembre, portando avanti i vari ambiti;
- l'associazione Vita del Mondo di Villa Guardia - insieme alla Pro Loco e al comune - coinvolge nel servizio di ristoro, nella realizzazione dell'impianto elettrico, nella gestione del parco e dei parcheggi oltre 30 persone;
- l'associazione Incroci di Como, insieme alle altre associazioni che gestiscono le mense dei poveri in provincia, coinvolgono oltre 30 volontari;
- la bottega Xapurì e l'ARCI hanno coinvolto 20 persone nella gestione dell'EquoBar e dell'ArciBar;
- per il secondo anno abbiamo attivato una ricerca di volontari specificamente per i due giorni: sono ben 40 quelli che si sono messi a disposizione con entusiasmo per sostenere i vari servizi.
Sono oltre 160 le persone che permettono di realizzare la fiera! Senza poi contare la mole di persone messa in movimento dagli espositori.
Coperti i costi, l'introito della fiera servirà a sostenere progetti delle realtà coinvolte.
Il più grosso ringraziamento per questa mole di lavoro è sicuramente la risposta e la presenza del pubblico: GRAZIE a voi che siete venuti a visitarci, ci auguriamo che vi siate trovati bene, che abbiate trovato un clima bello, che abbiate respirato un pò dei valori che la fiera vuole comunicare, che abbiate portato a casa qualche stimolo per vivere nella quotidianità qualcuna delle proposte.
Vi ringraziamo anche per la disponibilità e la pazienza che ci avete dimostrato, e ci scusiamo là dove abbiamo risposto con affanno: in particolare con chi ha subito disagi nella cena del sabato sera. Purtroppo non è bastata l'esperienza delle edizioni precedenti a rispondere adeguatamente alla mole di presenze; promettiamo il nostro impegno per farne tesoro affinchè non si ripeta.
I ringraziamenti vanno poi a tutti coloro che contribuiscono: a chi ci sostiene, anche economicamente, agli espositori, ai volontari.
Ma oltre i ringraziamenti vorremmo condividere la responsabilità che questa fiera ci dà.
Prima di tornare a lavorare nel silenzio della quotidianità, con umiltà, non possiamo non dirci fieri di presentarci con un evento così significativo e unico nella nostra provincia. Una fiera capace di presentare la vivacità di un movimento dal basso che al momento giusto sa esprimere e far vedere la propria forza, che è fatta di valori, di capacità di lavorare insieme, di mettersi in gioco nelle diversità, di proporre progetti concreti, di lavorare e offrire lavoro. Ma che è anche capace di ambizione e di voler dire la propria, di voler immaginare un modo diverso di costruire la società, l'economia, il territorio.
Realtà che lottano e lavorano ogni giorno ma non fanno cronaca, non hanno le colonne dei giornali per esprimere le proprie idee o per comunicare le buone notizie con cui riempono la quotidianità.
L'isola che c'è è di tutti, anche della gente che la frequenta e che ci sollecita ad averne cura, ad essere tutti promotori, testimoni e garanti dei valori che vuole esprimere.
Ci richiama tutti alla partecipazione, ad esercitare una cittadinanza attiva per divenire - insieme - sempre più strumento di cambiamento e ricchezza per il nostro territorio, e non rimanere semplici utenti passivi.
E' una sfida a cui dobbiamo scegliere di dedicare tempo, se non vogliamo che rimanga nelle parole e nelle belle intenzioni di due giorni di festa.
Grazie per il tempo che ci dedichiamo.
Per L'isola che c'è
Marco Servettini


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Avis Cantu'
Cantù
CF:
LILT - Lega Italiana per la Lotta Contro i Tumori
Sondrio
CF: 93001110142
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY