Netweek      
News
'Fare insieme': il punto sulla cooperazione internazionale italiana
08/11/07
'L'Italia vuole una cooperazione nuova, più ambiziosa e più forte, che sia parte integrante e fondante della politica estera e che passi dalla logica del singolo progetto a quello del programma'.
La dichiarazione è stata espressa dai rappresentanti di enti locali e della società civile sabato scorso 3 novembre, nel corso del Forum della Cooperazione 'Fare Insieme' organizzato dal vice ministro degli Esteri con delega alla Cooperazione Paola Sentinelli. Tra i numerosi relatori erano presenti il direttore della Cooperazione Ue Stefano Manservisi, la coordinatrice della Campagna Onu per i Millennium Goals Eveline Herfkens, Paulina Chiziane, Maria Rosa Jijòn e Predrag Matvejevic, I temi principali emersi durante la giornata sono stati la riforma della legge 49/1987 sulla cooperazione internazionale, da tempo bloccata sulla proposta di istituzione di un'Agenzia autonoma e l'aumento, in Finanziaria, del Fondo da destinare ai progetti di cooperazione. 'L'impegno del governo non puo' essere a geometria variabile', ha dichiarato Giulio Marcon, portavoce della rete di associazioni che aderiscono alla 'Campagna Sbilanciamoci', 'ovvero non puo' promettere un aumento programmato degli aiuti da qui al 2010 nel Dpef per poi rimangiarselo in Finanziaria'. 'La cooperazione si fa con interventi programmati e coerenza delle strategie, e non puo' giocarsi su risorse che variano di giorno in giorno', ha aggiunto Raffaele K. Salinari della rete Cini.
Grande soddisfazione è stata invece espressa dalle organizzazioni non governative all'annuncio della notizia che, per il 2008, sarà previsto un aumento a 200 milioni del fondo a loro destinato nonchè lo snellimento dell'iter burocratico per l'approvazione dei progetti.
La Sentinelli ha inoltre insistito sull'importanza della programmazione di politiche di sistema, l'organizzazione campagne per il diritto ai beni comuni come l'acqua e la necessità di indire una conferenza con le organizzazioni governative dei Paesi in via di sviluppo.
Nel corso del forum non sono poi mancati approfondimenti sui cambiamenti climatici, la povertà, la ridistribuzione del reddito, i microcrediti e il 'problema' dei biocarburanti. www.agimondo.it


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
ASSOCIAZIONE GINESTRESE
Rivarolo Canavese
CF: 95004730016
Quei del Masigott
Erba
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY