Netweek      
News
Forum Terzo Settore e Unioncamere: un percorso in comune per lo sviluppo del non profit
03/12/07
'Terzo Settore e Fabbricerie delle cattedrali' è il titolo del convegno svoltosi giovedì 29 novembre scorso a Roma, organizzato su iniziativa della Unioncamere e del Forum del Terzo Settore. Il non profit è stato il tema centrale dell'evento, durante il quale è stata illustrata l'esperienza delle Fabbricerie delle cattedrali, l'associazione che cura gran parte del patrimonio monumentale italiano.
Nel corso del convegno, alla presenza del del Vice Presidente del Consiglio e Ministro dei Beni e Attività culturali, on. Francesco Rutelli, Unioncamere e Forum del Terzo Settore hanno firmato un protoccolo d'intesa che, secondo Maria Guidotti e Vilma Mazzocco, portavoce del Forum del terzo Settore, 'rafforza la collaborazione già esistente tra Camere e mondo del non profit, rappresentato dal Forum del Terzo Settore, allo scopo di accrescere la qualificazione delle imprese sociali e di facilitare la nascita di nuove attività, individuando anche strumenti di finanziamento adeguati alle esigenze di questa particolare tipologia di organizzazioni.'
Si apprende dal sito www.forumterzosettore.it che i punti principali dell'accordo sono stati:
- il completamento della rete degli osservatori camerali dell’economia civile, tavoli di animazione territoriale, scambio di informazioni e comunicazione, coordinamento delle attività di studio, raccolta e diffusione di informazioni rilevanti in campo sociale, ai quali partecipano le rappresentanze locali del Terzo Settore, delle forze sociali, delle banche (in particolare del credito cooperativo), delle istituzioni pubbliche e delle università;
- la sperimentazione di nuovi strumenti per la diffusione della cultura manageriale tra le organizzazioni del Terzo Settore;
- l’avvio di percorsi formativi che coinvolgano sia soggetti camerali e del Terzo Settore;
- l’elaborazione e sperimentazione di un modello di qualità sociale e di strumenti – quali il bilancio sociale o il bilancio di missione – che ne evidenzino l’adozione;
- la messa a punto di un sistema di iscrizione e registrazione delle imprese non profit chiaro, semplice ed omogeneo, rilevante anche a fini di vigilanza e controllo oltre che di tipo statistico.
'Il Terzo Settore è oggi una realtà importante, sia per la sua crescente rilevanza occupazionale ed economica delle sue organizzazioni, sia perché è diretto a soddisfare una domanda di servizi sempre più strutturata proveniente dalla nostra società e questo protocollo è l’inizio di un lavoro comune', ha infine sottolineato il presidente di Unioncamere Andrea Mondello.
Interessanti i dati emersi durante il convegno sull'entità del non profit italiano. E' emerso infatti che 1 italiano su 4 dedica 40 settimane all'anno al volontariato sociale. Nel 2006 sono state 5,4 milioni le persone impegnate nel volontariato sociale e 12 milioni quelle che si sono dedicate all'associazionismo. Nell'anno preso in eame il Terzo Settore ha rappresentato il 3,5 dell'occupazione nazionale, con 800mila posti di lavoro.
Sono state 21mila le organzizazioni di volontariato presenti sul territorio, 235mila gli enti non profit, di cui 7.500 cooperative e 4mila fondazioni. (Fonte: www.agopress.info


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
S.O.S. di Canzo
Canzo
CF: 00807890132
Amnesty International gruppo 069
Blevio
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY