Netweek      
News
Anche gli invalidi nel mirino di Brunetta: RdB-Cub chiama i cittadini alla mobilitazione
01/09/08
Riceviamo e pubblichiamo l'appello inviatoci da Rappresentazie sindacali di base (RdB) www.rdbcub.it, che invita lavoratori e cittadini ad uno sciopero nazionale per il 17 ottobre prossimo.


Per chi avesse ancora dubbi sull’accanimento del Governo contro i più deboli, nell’ambito della campagna contro i 'fannulloni' lanciata da Pietro Ichino - già buon amico della CGIL - e portata a compimento dal ministro Brunetta di fede 'socialista' come lui stesso ama definirsi quest’ultimo, in occasione della presentazione del libello contro la 'casta sindacale', tanto per sputare nel piatto dove hanno mangiato in tanti e per tanti anni, si lascia andare a terrificanti affermazioni contro i veri ladri, cioè i familiari di disabili.
La legge 104/92 consente il permesso retribuito di tre giorni al mese per l’assistenza di un parente invalido; si tratta della foglia di fico di uno Stato che non garantisce la dovuta assistenza ai suoi cittadini e scarica sulle spalle delle famiglie questi oneri, peraltro con la solita elemosina, come se tre giorni al mese fossero sufficienti a dare assistenza a persone colpite da invalidità. Ma tant’è, meglio poco che niente.
Ma è in agguato il Ministro 'Cuccarini' che annuncia: «Metterò mano alla legge che consente di prendere fino a tre giorni di permesso al mese, senza controlli, per assistere familiari disabili». Con una singolare puntualità il giorno dopo il giornalista (?) Piergiorgio Liberati di Libero Mercato snocciola dati e cifre del “furto” commesso dai parenti degli invalidi del pubblico impiego. Deve aver lavorato di calcolatrice tutta la notte per questo articolo da premio Pulitzer, visto che a neanche 24 ore dall’uscita del Ministro, presenta tutti i conti in bella copia con tabelle annesse, concludendo che questi truffatori costano 420 milioni di euro, vale a dire come se 13.275 dipendenti pubblici fossero pagati senza lavorare.
Le intenzioni del ministro e le veline dell’informazione 'libera e indipendente' non meritano neanche di essere discusse, essendo ormai chiara la politica di questi 'Robin Hood alla rovescia'.
E’ necessaria invece una mobilitazione generale contro il Governo e contro chi, complice e compiacente, sta zitto.


Torna indietroCommenta l'articolo
 
Commenti dei lettori
11/02/2008
Lettera aperta al Ministro Renato Brunetta
Io credo che la misura sia colma. Il Ministro Brunetta parla di differenza tra pubblico e privato, evideziando meriti o demeriti, dimenticando ad esempio, per uniformità, che il privato può utilizzare il trattamento per fine rapporto in anticipo, per motivate esigenze, fino al 70%. Da anni assistiamo a casse integrazioni necessarie? per dipendenti che nell'arco della vita lavorativa, non per colpa loro, che la subiscono anche per dieci anni, riducendo a "soli" 20/25 anni ed anche meno l' attività occupazionale, mentre le grandi fabbriche capitalizzano gli utili e socializzano le perdite a danno della comunità. Il Ministro, parla, altresì, parla di nuclei di valutazione, di controlli, di pagelle, quando tutto questo esiste da anni. Vuole risparmiare eliminando la legge 104/92. Perchè non parla della "Casta" e degli sprechi dei politici e del suo ingresso in ambito universitario! Figlio di un venditore ambulante, credo con i risparmi (...) della politica è proprietario di immobili a Todi e Ravello, può mai capire le esigenze di chi guadagna 1000/1200 Euro al mese? Dia un esempio riducendosi lo stipendio e tutti i benefit che da soli servirebbero a pagare 15 dipendenti al mese.
Autore: Al
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Sbandieratori e Musici città di Legnano
Legnano
CF:
A.S.D. Scuola Kung Fu Cantu'
Cantù
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY