Netweek      
News
RdB/CUB: in piazza il 17 ottobre per lo sciopero nazionale di tutte le categorie pubbliche e private
11/09/08
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato inviato da Rappresentanze Sindacali di Base (RdB/CUB), Coordinamento Nazionale Ministero dell'Economia e delle Finanze.


Non contento di aver introdotto, con il DL 112, la carcerazione domiciliare per i lavoratori ammalati ed il taglio del salario per i primi 10 giorni di malattia, di aver decurtato le somme stanziate per i fondi unici e cancellato quelle aggiuntive, di impedire la stabilizzazione dei lavoratori precari e di ostacolare l'accesso al part-time, di tagliare gli organici ed eliminare le prerogative della legge 104, il cabarettista ministro Brunetta (piazzato al 611mo posto come presenze tra gli europarlamentari) sostiene che gli aumenti contrattuali stanziati nella legge finanziaria, saranno del 6% - 8%.
In realtà, i soldi stanziati dal governo per le retribuzioni tabellari sono dell’1,7% per il 2008 e dell’1,5 nel 2009 (ovvero l’inflazione programmata dal governo); praticamente, il governo offre al mese 8 euro per il 2008 e 65 euro medi per il 2009.
Quindi, in totale, i soldi a disposizione prevedono un aumento del 3,2% nel biennio 2008/2009. Se pensiamo che, solo nel 2008, l’inflazione reale è ormai al 4%, ci si rende conto di quanto si svaluterà il nostro stipendio.
Ma il ministro somma, anche, gli arretrati del contratto precedente (2006/2007) e, come per magia, parla di un incremento del 6%, volendo, come contraccambio, l'allungamento di un anno, portandolo a tre, della durata del contratto.
Ora proviamo a sommare la sua retribuzione.
Trattamento economico della Presidenza del Consiglio dei Ministri (D.P.R. 748/1070): 3.842,80 euro mensili (46.113,60 euro lordi annui);
indennità parlamentare: 5.486,58 euro mensili (65.838,96 euro annui) al netto delle ritenute previdenziali (euro 784,14) e assistenziali (euro 526,66), della quota contributiva per l'assegno vitalizio (euro 1.006,51) e della ritenuta fiscale (euro 3.899,75);
diaria: 4.003,11 euro mensili, pari ad euro 48.037,32 annui;
rimborso spese: 4.190,00 euro mensili (50.280,00 euro annui);
spese di trasporto e spese di viaggio: i deputati usufruiscono di tessere per la libera circolazione autostradale, ferroviaria, marittima ed aerea per i trasferimenti sul territorio nazionale. Per i trasferimenti dal luogo di residenza all'aeroporto più vicino e tra l'aeroporto di Roma-Fiumicino e Montecitorio, è previsto un rimborso spese trimestrale pari a 3.323,70 euro, per il deputato che deve percorrere fino a 100 km per raggiungere l'aeroporto più vicino al luogo di residenza, ed a 3.995,10 euro se la distanza da percorrere è superiore a 100 km,
spese telefoniche: 3.098,74 euro annui.


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Auser Valtellina Valchiavenna
Sondrio
CF:
IDEAL DANCE ASD
Bollate
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY