Netweek      
News
Circolo Ambiente 'Ilaria Alpi: "No allo sponsor Holcim per la mostra su Matisse"
12/09/08
Riceviamo e pubblichiano il comunicato inviato dal Circolo Ambiente 'Ilaria Alpi' di Merone (CO).


"Matisse si rivolterebbe nella tomba sapendo che tra gli sponsor della mostra a lui dedicata c’è un’azienda come la cementeria Holcim!". Così il Circolo Ambiente 'Ilaria Alpi' commenta l’iniziativa del Comune di Galbiate e della Provincia di Lecco di farsi sponsorizzare la mostra 'Matisse illustratore' (che verrà presentata oggi a lecco nel corso di una conferenza stampa) dalla Holcim, l’azienda titolare della cava Valle Oscura e del cementificio di Merone.
Il Circolo Ambiente 'Ilaria Alpi' ricorda che la Holcim è responsabile di un pesante impatto ambientale, per le numerose cave e miniere sparse sul territorio della provincia di Lecco e per l’inquinamento dell’aria causato dall’incenerimento dei rifiuti nei forni della cementeria di Merone.
Dichiara Roberto Fumagalli, presidente del Circolo Ambiente: "La Holcim è responsabile di gravi danni all’ambiente. Tra l’altro la sponsorizzazione è poco opportuna, visto che sia il Comune di Galbiate che l’Amministrazione Provinciale di Lecco sono direttamente coinvolti nel rilascio delle autorizzazioni alla Holcim per l’escavazione sul Monte Barro. Ricevere soldi per un’iniziativa culturale non è molto etico per chi poi deve decidere se autorizzare o meno la stessa azienda!"
Il Circolo Ambiente "Ilaria Alpi" ricorda che, nella cementeria di Merone, la Holcim può bruciare più di 100.000 tonnellate all’anno di rifiuti di diversa origine tra cui: peci e olii provenienti dall’industria chimica, farine e grassi animali, fanghi da depurazione ed altro ancora.
L’autorizzazione all’incenerimento è stata rilasciata lo scorso anno dalla Regione Lombardia, che ha addirittura concesso alla Holcim alcune deroghe che hanno permesso alla multinazionale di emettere in atmosfera alcuni inquinanti oltre i limiti prescritti dalla normativa europea. Tra questi, ossidi di Zolfo (4 volte oltre il limite), ossidi di Azoto (50% oltre il limite), Carbonio organico (5 volte oltre il limite!).
Contro tale autorizzazione si era espressa anche la Giunta Provinciale di Lecco, che aveva subordinato il parere ad alcune condizioni, tra cui la non concessione delle deroghe. Condizioni che non sono state tenute in considerazioni dalla Regione.
Conclude Fumagalli: "Chiediamo al Comune di Galbiate e alla Provincia di Lecco di rinunciare alla sponsorizzazione della cementeria. Meglio qualche quadro in meno di Matisse che elemosinare soldi ad un’azienda come la Holcim".
www.circoloambiente.org


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
A.V.I.S. sez. di Monza
Monza
CF: 94535430154
Associazione Amici di Claudio
Delebio
CF: 91012240148
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY