Netweek      
News
Parla l'Ai.Bi: 'La piccola Maria andava tutelata'
02/10/06
Il caso della piccola bielorussa Maria ha decisamente diviso l'opinione pubblica: c'è chi difende la famiglia affidataria di Cogoleto (Ge) che ha cercato di impedire il suo rimpatrio e c'è invece chi è convinto che la legge debba essere rispettata a tutti i costi.
Maria, arrivata in Italia per trascorrere le vacanze estive 'terapeutiche' insieme ad altri bimbi bielorussi, confidò alla famiglia affidataria di essere stata vittima di sevizie ed abusi nell'orfanotrofio del suo Paese e pertanto venne nascosta per impedirne il ritorno in Bielorussia. Ritrovata dalla forze dell'ordine in un piccolo paesino della Valle d'Aosta, la scorsa notte Maria è stata segretamente rimpatriata.
L'Associazione amici dei Bambini (Ai.Bi.) ha denunciato duramente il blitz notturno col quale la bimba è stata riportata in Bielorussia senza il parere della Corte d'Appello di Genova, alla quale l'associazione si era rivolta chiedendo garanzie sui diritti di Maria.
Marco Griffini, presidente dell'Ai.Bi. così si è espresso: 'Ha vinto il business delle vacanze. L'Italia si vergogni per come ha tradito Maria e tutti i bambini bielorussi come lei che chiedono una famiglia. E' stata sacrificata in nome delle vacanze. E il piano del rimpatrio era così pianificato che si è atteso perfino lo sciopero dei giornalisti per agire in tutta tranquillità'. E prosegue: 'Perchè non erano con noi in Tribunale l'Unicef e le altre organizzazioni internazionali che tanto hanno lottato per i diritti dei minori?'
L'Ai.Bi ora intende intervenire con serie azioni legali contro lo Stato italiano, responsabile di aver negato a Maria i diritti fondamentali, primo tra tutti quello alla difesa.

Tratto da www.amicideibambini.org


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Unione sportiva Brianza Silvia Tremolada
Monza
CF: 91005820153
COMITATO ECOLOGICO NERVIANESE
Nerviano
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY