Netweek      
News
Forestale sugli scudi nel 51° Trofeo Vanoni
28/10/08
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato inviato dal G.S. CSI Morbegno in merito al 51° Trofeo Vanoni, che si è disputato domenica 26 ottobre 2008


Trofeo Vanoni è sinonimo di grandi emozioni e di passione per la corsa in montagna e così è stato anche in questa 51ª edizione che è vissuta sulla sfida tra il C.S. Forestale e la Francia. Alla conferenza stampa di presentazione della manifestazione il c.t. Raimondo Balicco aveva dichiarato che i favoriti erano i Forestali e l’unica squadra in grado di batterli la Gran Bretagna. Ed invece è stata la Francia a tentare il colpo grosso, ma nonostante il loro impegno, nulla hanno potuto contro il terzetto del C.S. Forestale. Già nella prima frazione è stata battaglia, con Marco Rinaldi che lungo tutta la salita non è riuscito a scrollarsi di dosso Manu Meyssat. Solo in discesa il camuno ha allungato, consegnando il testimone a Lucio Fregona con un vantaggio di 23”. Alle loro spalle, nell’ordine il polacco Daniel Wosik, Rolando Piana (G.P. Genzianella), Danilo Bosio (La Recastello Radici Group), Michele Penone (G.P. Santi Nuova Olonio) e Stefano Butti (Adm Melavì Ponte).
Nella seconda frazione i francesi non si danno per vinti e tornano ancora all’attacco: Pascal Bertrand riesce a scollinare con soli 20” dall’esperto Fregona. Ma si sa che la discesa è il terreno favorito di Lucio che, nei 3 chilometri che da Arzo portano al traguardo, infligge 1’20” di distacco all’avversario. Dietro è lotta tra G.P. Genzianella, La Recastello Radici Group e Polonia per un posto sul gradino più basso del podio. Solo nona la Gran Bretagna, ma in netto recupero dopo la bella prova dell’esperto Ian Holmes.
In terza frazione Manzi parte con un vantaggio di 1’52” su Julien Rancon; i transalpini sono consapevoli che la rimonta è impossibile, ma Rancon dà comunque il massimo e riduce lo svantaggio sulla linea del traguardo a 49”. Per il C.S. Forestale è la 27ª vittoria a squadre su 51 edizioni del Trofeo Vanoni con un tempo finale di 1h31’30”, per Marco Rinaldi la prima vittoria individuale con il tempo di 29’20”, per Lucio Fregona la 15ª vittoria squadre e per Emanuele Manzi la 5ª vittoria squadre. Gradino più basso del podio per La Recastello Radici Group, grazie soprattutto all’ottima prova di Fabio Ruga in terza frazione, con il tempo di 1h34’37”, quarto posto per la Repubblica Ceca, autrice con Lukas Bartak di una grande rimonta, in 1h35’08”, quinto posto per la Polonia (Daniel Wosik, Dariusz Zak e Marcin Swierc) in 1h35’08”, sesto il G.P. Genzianella (Rolando Piana, Damiano Lenzi, Massimo Tabachi), a lungo in lotta per il terzo posto ha però ceduto nella terza frazione, settimi i Falchi Lecco (Davide Trincavelli, Carlo Ratti, Silvio Gatti), ottava la Gran Bretagna, purtroppo penalizzata dall’opaca prestazione in prima frazione di Ricky Lightfoot, nona l’ADM Melavì Ponte (Stefano Butti, Graziano Zugnoni, Enrico Benedetti), prima squadra della provincia di Sondrio, e decimo il G.S. Orobie squadra A (Luca Bonazzi, Alex Baldaccini e Massimiliano Rocca). La formazione A del G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati (Giovanni Tacchini, Mattia Curtoni e Stefano Sansi) ha chiuso in 11ª posizione.
Nella classifica individuale Marco Rinaldi (C.S. Forestale) è primo migliorando di 16” il suo personale, gli altri due gradini del podio sono occupati dai francesci Manu Meyssat (29’43”) e Julien Rancon (29’49”). Il migliore della società organizzatrice è il giovane junior Marco Leoni, al suo primo Vanoni, che non si è assolutamente lasciato impressionare ed ha chiuso con l’ottimo tempo di 32’04”.
Si archivia così un’altra edizione memorabile del Trofeo Vanoni: ”La sfida tra Forestale e Francia è stata davvero emozionante – racconta il vicepresidente del G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Gianpietro Botta – la squadra di Jean Claude Louison ci è andata vicino al colpaccio, ma anche quest’anno gli atleti di Gianbattista Scanzi non hanno mollato. Guardando la classifica, per capire l’alto livello della gara, basta vedere che nelle prime 5 squadre ci sono 2 italiane e 3 straniere, mentre il podio individuale, a parte il primo posto, parla francese”.
Tutto si è svolto nel migliore dei modi, tantissimo e calorosissimo il pubblico presente in massa non solo all’arrivo, ma lungo tutto il percorso: ”Il Trofeo Vanoni è grande per tanti motivi – spiega Botta – oltre ai campioni in gara e la bellezza del percorso, uno dei principali è il calore del pubblico: l’intera comunità di Morbegno e i tantissimi appassionati di corsa in montagna si radunano intorno agli atleti per incitarli ed applaudirli. La via Vanoni, la zona del Tempietto e la frazione di Arzo sono talmente affollati che lo spettacolo è di un’emozione incredibile”.
Il bilancio finale è come sempre in attivo: 240 atleti al Minivanoni, 53 donne al Vanoni femminile, 120 staffette al Trofeo Vanoni, per un totale di quasi 700 atleti a questo evento sportivo che non ha eguali in Italia e in Europa. Tra i tanti ingredienti che lo rendono speciale, oltre all’entusiasmo instancabile della collaudata macchina organizzativa del G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati, l’aiuto di tantissimi volontari, il supporto del Comune di Morbegno, della Provincia di Sondrio, del BIM, della Regione Lombardia e degli sponsor privati. Per chi si è perso lo spettacolo o per chi se lo volesse gustare un’altra volta, uno speciale sul Trofeo Vanoni verrà trasmesso su TeleUnica Sondrio sabato 1 novembre alle ore 19.35 e domenica 2 novembre alle ore 21.00, su TeleUnica Lecco sabato 1 novembre alle ore 19.55 e domenica 2 novembre alle ore 21.00.
Le classifiche complete delle gare e le foto sono sul sito www.gscsimorbegno.org.
Per quanto riguarda il 25° Vanoni Femminile, a sorpresa vince Cristina Scolari. Gli occhi erano puntati su Mariagrazia Roberti (C.S. Forestale), favorita d’obbligo a questo 25° Vanoni femminile, ed invece, a sorpresa, è stata la giornata d’oro di Cristina Scolari (Atletica Vallecamonica). A volte capita che tutto vada per il meglio, che si incappi nella grande giornata che ti permette di ottenere un risultato eccezionale, spesso accarezzato, ma mai conquistato. E’ questa la storia di Cristina Scolari, che al Vanoni è stata terza nel 2006 e quinta nel 2005, e che quest’anno ha vinto con il tempo di 22’39” battendo una campionessa del calibro di Mariagrazia Roberti (tempo finale 22’56”). La gara è stata una battaglia fra loro due: appaiate in salita, con la Roberti che ha cercato nel falsopiano dal Tempietto ai piedi del Dosso di staccarla, quando è stato il momento di scendere, la Scolari ha messo il turbo ed ha salutato una Roberti forse affaticata dalla lunga stagione agonistica. Alle loro spalle si è fatto il vuoto: terza in 23’39”, con un distacco dalla seconda di 43”, la polacca Mariola Kanowalska, quarta la sempre brava Alice Gaggi (G.S. Valgerola Ciapparelli) in 23’55” e quinta Jennifer Moresi (U.S.C. Capriaschese) in 24’51”. Prima atleta morbegnese la master Michela Trotti, autrice di una prova maiuscola che l’ha vista chiudere al 7° posto con il tempo di 25’52”. Le donne in gara, sull’impegnativo percorso di 5 chilometri con 300 metri di dislivello, erano 53. “Non mi sembra vero – ha dichiarato al traguardo un’euforica Cristina Scolari – una vittoria indimenticabile. Ce l’ho messa veramente tutta e sono riuscita a staccare la Roberti sotto i Bellini. Ho fatto veramente una grande gara”.
Nel 31° Minivanoni, il CSI Morbegno supera invece il G:P: Valchiavenna. La grande giornata sportiva del Trofeo Vanoni si è aperta con le gare giovani del 31° Minivanoni che hanno visto protagonisti ben 240 atleti di 18 società, tra cui un atleta ticinese dell’U.S. Capriaschese e due dell’A.S.D. Marathon Cosenza. Emozionanti le gare, che sono iniziate con la categoria esordienti: a livello femminile vittoria per Rosita Moretti (A.S.D. Lanzada) davanti a Elisa Gianoli (A.S. Premana) e Ilaria Abate (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati); nei pari età maschili Yaakoubi Mohammed (C.O. Piateda) ha messo in fila Matteo Mantova (Polisportiva Bellano Galli Rottami) e Ambrogio Sanelli (A.S. Premana). Nelle ragazze, gradino più alto del podio per Yousra Saoudi (G.P. Santi Nuova Olonio) seguita da Elisa Nesossi (G.P. Valchiavenna Liquigas) e Anna Del Nero (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati). Nei ragazzi il più veloce è stato Raffaele Silvani (G.P. Valchiavenna Liquigas) che ha preceduto Simone Romani (U.S. Bormiese) e Davide Speziale (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati). Salendo di categoria anche i percorsi si sono fatti più impegnati: nei cadetti, su 2 chilometri di gara con 100 metri di dislivello, la vittoria è andata all’astro nascente del G.P. Santi Nuova Olonio Abdelhak Moumen, davanti a Tommaso Caneva (G.P. Talamona Comosystemi) e Andrea Majori (U.S. Bormiese). Nella gara in rosa, Sara Lhansour (G.S. Valgerola Ciapparelli) ha preceduto Elisabetta Maestrelli (G.P. Santi Nuova Olonio) e Tiziana Simonetta (G.P. Talamona Comosystemi). Nelle allieve, la chiavennasca Mabel Tirinzoni ha messo dietro Maria Fiorese (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati) e Maddalena Dioli (Polisportiva Albosaggi). Nelle clou degli allievi, 2800 metri con 130 metri di dislivello, grande vittoria per Marco Barbuscio, che per partecipare al Minivanoni è venuto addirittura da Consenza, anche se non è riuscito ad abbassare il record sul percorso detenuto dal morbegnese Marco Leoni. Barbuscio ha battuto Paolo Cazzola (G.S. Valgerola Ciapparelli) e Matteo Moncecchi (C.O. Piateda).
Nella classifica di società, valevole per il Trofeo “Mons. Danieli” triennale non consecutivo, netta vittoria per i padroni di casa del G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati che con 935 punti ha staccato il G.P. Valchiavenna Liquigas (646 punti) e il G.S. Valgerola Ciapparelli (433 punti). “Il nostro obiettivo era quello di vincere questo 31° Minivanoni – dichiara il segretario dei diavoli rossi Giovanni Ruffoni – ci siamo riusciti grazie all’impegno dei nostri 46 giovani. Ora abbiamo 2 vittorie come il G.P. Valchiavenna, l’anno prossimo la sfida sarà ancora più avvincente per conquistare definitivamente il Trofeo “Mons. Danieli””.


scarica l'allegato (classificafemminile.pdf)

scarica l'allegato (classificaminivanoni.pdf)

scarica l'allegato (classificastaffetta.pdf)

scarica l'allegato (classificaindividuale.pdf)


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Casa del volontariato
Monza
CF: 94549810151
LA LAMPADA DI ALADINO ONLUS
Brugherio
CF: 94582640150
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY