Netweek      
News
Consegnati all'Ospedale di Brescia i primi computer del progetto 'Caro papà Natale'
24/12/08
Sulla porta che introduce alla sala dedicata al gioco e alla lettura c’è un biglietto “Grazie al personale della mitica Neuropsichiatria Infantile che in questi tre mesi mi è stato vicino e mi ha fatto sentire quasi come a casa. Un bacio. Luca”. Luca è uno dei quattromila bambini che durante l’anno vengono presi in carico in questo speciale reparto dell’Ospedale dei Bambini-Spedali Civili di Brescia, dove i pazienti, dagli zero ai diciotto anni, molto spesso vi permangono per lunghi periodi, spesso anche in isolamento, per curare malattie croniche che necessitano di terapie continue. E proprio per permettere ai piccoli pazienti di continuare a studiare e a comunicare con amici e familiari, martedì 23 dicembre è stata inaugurata la nuova aula informatica con cinque computer e due stampanti nuove fiammanti, frutto di un progetto che l’associazione culturale Claudio Moretti di Erbusco (BS) ha realizzato in collaborazione con il Gruppo bancario Credito Valtellinese (Creval) e con il patrocinio di Regione Lombardia, Provincia di Brescia, Comune di Erbusco, Comune di Bagolino, Ass.Comi.Conf. (Associazione Comuni Confinanti) e C.R.A. (Comitati Riuniti Agricoli). L’iniziativa si è concretizzata grazie alla vendita di oltre 11.000 copie della compilation natalizia ‘Caro papà Natale’, alla quale hanno partecipato in modo gratuito cantanti italiani e di fama internazionale come, per esempio, Marco Ferradini, Povia, Eugenio Finardi, Sara Jane Morris. Al taglio del nastro erano presenti la dottoressa Alessandra Tiberti, primario e responsabile del Dipartimento di Neuropsichiatria Infantile, la signora Annamaria Andreoli, presidente dell’associazione Claudio Moretti, il dottor Raffaele Spiazzi, direttore sanitario dell’Ospedale dei Bambini-Spedali Civili di Brescia e Roberto Dossi, direttore commerciale della Banca dell’Artigianato e dell’Industria del Gruppo Creval. “In questo reparto bambini e ragazzi hanno periodi di degenza che spesso superano i due mesi, pertanto l’aula oggi inaugurata assume un’importanza notevole soprattutto per la continuità didattica, impegno che il nostro reparto realizza già dal 1978 grazie alla presenza di educatori che seguono costantemente i giovani pazienti che non possono frequentare la scuola”, ha dichiarato senza celare l’emozione la dottoressa Tiberti. “Grazie a coloro che hanno partecipato alla realizzazione di questo progetto, i bambini ricoverati saranno come tutti gli altri. La noia è la peggior compagna di chi si trova costretto in una camera d’ospedale, ma con questi computer i bambini potranno studiare, scrivere ad amici e familiari, giocare – ha aggiunto Annamaria Andreoli -. Un grazie particolare voglio infine rivolgerlo alla dirigente, al corpo docenti, ai genitori e agli alunni dell’Istituto Comprensivo di Rovato (BS) “Don Milani”, che hanno deciso di donare il ricavato del loro mercatino di natale a favore di questa iniziativa.” “Se ci fossero più progetti di questo tipo il mondo sarebbe migliore”, interviene il dottor Raffaele Spiazzi, direttore sanitario dell’Ospedale dei Bambini. “In poche settimane si è materializzato un sogno che rincorrevamo da tempo”. Con oltre 50 mila prestazioni annuali, l’Ospedale dei Bambini-Spedali Civili di Brescia rappresenta un punto di riferimento importante non solo per i piccoli pazienti lombardi. “Tra le patologie curate con eccellenza ci sono le immunodeficienze primitive”, ci spiega il dottor Spiazzi, tanto che abbiamo creato un gemellaggio con la Repubblica Popolare Ucraina per la diagnosi e la cura di tali malattie”. “Il Gruppo bancario Creval è sempre molto attento al sociale e ogni anno destina buona parte dei suoi utili in iniziative culturali, sportive o in progetti che affrontano particolari situazioni di disagio”, ha concluso Roberto Dossi. “Questo intervento a favore dei bambini degenti ha coinvolto non solo tutti i settori del Gruppo, ma anche i clienti che hanno accettato di acquistare la compilation”. Dopo l’inaugurazione dell’aula informatica, la signora Andreoli ha distribuito lo scoiattolo Piccolo, la mascotte che la Creval ha ideato per il centenario della fondazione del gruppo. I bambini sorridono, alcuni ne chiedono uno in più per la sorellina, altri piangono perché non l’hanno ricevuto. In fondo ai bambini basta poco per essere felici: ora, con i nuovi computer, mamma e papà potranno vedere i loro sorrisi anche attraverso la webcam


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Banda musicale S.Cecilia di Semogo
Valdidentro
CF:
GRUPPO FOLK "I CONTADINI DELLA BRIANZA"
Albavilla
CF: 91017470138
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY