Netweek      
News
"...per un'altra strada..."
30/12/08
Riceviamo e pubblichiamo la lettera inviata da Vincenzo Linarello, del Consorzio di cooperative sociali Goel www.consorziosociale.coop


Spesso ho pensato che nell'impegno per il cambiamento il piu' duro nemico fossimo proprio noi stessi, tutto questo grande e colorato arcipelago di associazioni, cooperative, volontari, fondazioni, gruppi, chiese, persone oneste e impegnate, che ogni giorno tenta di migliorare il mondo, di portare un po' di pace e di giustizia.
Spesso sono le nostre divisioni, le nostre contese, le gelosie, gli integralismi, i manicheismi, le critiche e le maldicenze, l'arrivismo del bene, a impedirci di cambiare il mondo e i nostri territori.
Spesso siamo cosi' accecati da ''inghiottire l'elefante e sputare il moscerino''.
A volte sembra che non siamo veramente interessati a risolvere i problemi della gente, ma piuttosto a usarli come scalini per arrivare a posizionamenti e gratificazioni personali.
A volte forse dimentichiamo il perche' abbiamo fatto una scelta di donazione, di impegno, e ci sorprendiamo a constatare che i nostri metodi non sono poi tanto diversi da quelli di coloro che stanno dall'altra parte...
Tutto e sempre nel nome del bene ovviamente, di cui spesso ci sentiamo i saggi e consumati depositari.
E le mafie, la politica corrotta, i seguaci del Dio denaro, le massonerie, i ''sistemi di morte'', locali e planetari, ringraziano...
Non hanno bisogno di fermarci. Ci pensiamo noi stessi a fermarci e a combatterci l'un l'altro. Non hanno bisogno di diffamarci, ci pensiamo noi a distruggerci con la maldicenza irresponsabile. Non hanno bisogno di isolarci, lo facciamo gia' bene noi, l'uno con l'altro.
Non hanno bisogno di mandare qualcuno a distruggerci, mandano qualcuno di noi a farlo... Come Erode con i Magi. Li voleva far complici, ma ovvio, solo a in di bene: complici sinceri e inconsapevoli.
Ma essi, dopo aver conosciuto Gesu', capiscono... e scelgono di andare ''per un'altra strada''!
Con l'amarezza di quel che vedo dentro e fuori le nostre realta' , ma anche con l'inamovibile certezza che lo Spirito Santo e' piu' forte delle nostre infantili irresponsabilita' , quest'anno vorrei augurare a tutti noi proprio questo: la forza, l'intelligenza, l'astuzia, la generosita' di andare ''per un'altra strada''.
Non torniamo dalla stessa strada da cui siamo arrivati, scegliamone un'altra, nuova, diversa... o almeno proviamoci.
Proviamo a vedere cosa succede se guardiamo solo a cio' che ci unisce e non a cio' che ci divide.
Proviamo a vedere cosa succede se ''inghiottiamo con gioia i moscerini''.
Proviamo ad accettare la fatica della correzione fraterna rifiutando pregiudizialmente ogni tipo di denigrazione.
Proviamo a considerare una ricchezza inestimabile la nostra diversita' di metodi e di approcci, di idee e di percorsi.
Proviamo a sostenere con determinazione qualche reala' che non e' parte della nostra ''cordata'', che non lo sara' mai, che magari non ci dira' neanche grazie, ma che fa una cosa bella e giusta.
Proviamo a supporre una ''presunzione d'innocenza'' per chi, malgrado tutto, qualcosa di buono la fa.
Proviamo a ricordarci per chi facciamo tutto questo, per evitare di affossarci in ''partite'' da gestire, ''cordate'' da costruire e altre sciocchezze di questo tipo.
Proviamo a non prenderci troppo sul serio, a supporre di essere servi di un progetto piu' grande, che ci trascende, che non esauriremo con la nostra azione e di cui fanno parte tanti altri a nostra insaputa.
Proviamo a ''rischiare'' la fiducia, a correre il ''pericolo'' di camminare insieme...potremmo allora scoprire che il cambiamento era a portata di mano e i veri ostacoli rimasti eravamo solo noi.
Dopo queste feste, se veramente abbiamo incontrato Gesu', proviamo anche noi a ''tornare per un'altra strada''....
Auguri di cuore da tutti noi del Goel e grazie infinite per tutto quello che fate o non fate per il nostro popolo....


Il Consozio Goel - nome che nelle radici bibliche signica 'liberazione', 'riscatto', nasce dall'incontro di gruppo di cooperative e associazioni sociali della Locride, stimolati e coordinati dalla Pastorale Sociale e del Lavoro della Diocesi di Locri-Gerace e grazie al sostego del vescovo mon. Bregantini. Tra gli obiettivi principali del consorzio citiamo lo sviluppo di nuovi servizi sociali, l'inserimento lavorativo delle persone svantagiate, il rispetto della legalità e lalotta alla criminalità e alla politca corrotta.


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Crescere insieme Associazione per le adozioni internazionali
Lissone
CF: 9457657015
Associazione Ringhiera
Mariano Comense
CF: 90026740135
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY