Netweek      
News
Telefono Azzurro offre sostegno e ricorda ai giornalisti il rispetto della Carta di Treviso
07/04/09
"Ora bisogna pensare a come proteggere i bambini e le loro famiglie rispetto alle conseguenze traumatiche dell’evento", ha affermato Ernesto Caffo, Presidente di Telefono Azzurro www.azzurro.it . In particolare, Caffo lancia un appello ai media affinchè vengano rispettate le regole contenute nella Carta di Treviso, il codice deontologico che disciplina il rapporto tra informazione e infanzia, siglata nel 1990 da Ordine dei giornalisti, Federazione nazionale della stampa italiana e Telefono Azzurro. "Arricchire un servizio di particolari drammatici - afferma il presidente dell'associazione per i diritti dell'infanzia - può creare un effetto di incremento dell’ansia nei bambini; anche intervistare persone evidentemente sotto shock, accresce le paure e lo stress dei bambini, soprattutto se le storie raccontate riguardano bambini della loro età. Occorre invece uno sforzo comune, per evitare di provocare ulteriore sofferenza ai bambini e agli adolescenti, sostenendo le loro famiglie, stando loro vicini ed evitando che si chiudano nel proprio dolore."
Telefono Azzurro ha messo a disposizioni dei sopravvissuti e dei famigliari delle vittime un team di operatori esperti di assistenza di eventi traumatici e di volontari.


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
U. S. San Vittore Olona 1906 - sezione BASKET e MINIBASKET
San Vittore Olona
CF:
Associazione Chicca Raina
Sondrio
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY