Netweek      
News
A Milano un pronto soccorso per le donne che hanno subito violenza
24/11/06
'Riconoscere la violenza è il primo passo verso la guarigione', afferma la dottoressa Alessandra Kustermann, ginecologa e coordinatrice del Pronto Soccorso Violenza Sessuale (S.V.S.), localizzato all'interno della Clinica 'Mangiagalli' di Milano in via della Commenda 12 e centro di riferimento regionale della Lombardia. Il pronto soccorso nasce il 15 maggio 1996, esattamente tre mesi dopo l'entrata in vigore della legge che riconosce la donna una vittima della violenza e non più la morale pubblica. L'S.V.S. si avvale di una équipe costituita da professionisti, ciascuno con una specifica competenza: ginecologhe, psicologhe, assistenti sociali, un'infermermiera professionale e medici legali, tutti a disposizioni per 365 giorni all'anno e 24 ore su 24 proprio per offrire un'assistenza completa che vada oltre la cura delle lesioni fisiche.
L'S.V.S. riceve in media 5 casi alla settimana e di questi 2 riguardano quasi sempre minorenni, mentre il 60% degli aggressori sono persone conosciute, amici e familiari soprattutto. La violenza sommersa è il vero problema, quella subita ma non denunciata per paura, sensi di colpa e vergogna. Si pensa spesso che la violenza sia un fatto eccezionale che possa coinvolgere solo certe categorie sociali, come le più povere ed emarginate oppure si ricollega la violenza sessuale solo all'aggressione nelle angoli più bui delle strade. Queste, secondo la dottoressa Kustermann, sono invece le forme più rare di violenza, mentre quelle maggiormente riscontrate vengono consumate nell'ambito familiare di qualsiasi ceto sociale.
Proprio per diffondere un'informazione corretta sulla violenza sessuale e soprattutto per divulgare l'esistenza di un centro di soccorso specializzato per le vittime di stupri, la Provincia di Milano ha prodotto un documentario dal titolo 'Se potessimo cambiare il finale' che, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza alla donne che si celebrerà domani, 25 novembre, verrà proiettata nelle scuole medie superiori che hanno aderito al progetto.
Anche il quadro nazionale sulla violenza sessuale alle donne, illustrato ieri a Montecitorio dalla direttrice generale dell'Istat, Linda Laura Sabbadini, offre un quadro sconcertante della situazione italiana. In pratica 10 milioni di donne fra i 14 e i 59 anni hanno subito molestie o ricatti sessuali nel corso della vita, 500 mila sono stati gli stupri o i tentati stupri, 900 i ricatti sul lavoro mentre 100mila donne sono state oggetto di entrambe le violenze.
A tale riguardo è intervenuta Barbara Pollastrini, ministro delle Pari Opportunità 'Entro Natale sarà presentata una nuova legge che tutelerà ancor più le donne e che darà un valido appoggio e un punto di riferimento a tutte quelle che vogliono liberarsi dalle persecuzioni e dalle molestie'.

Tratto da www3.provincia.mi.it


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
ABBAIALUNA
Bollate
CF:
Associazione Sara'Banda
Sondrio
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY