Netweek      
News
Tribunale dei Minori di Milano: contro il disagio giovanile occorre sostenere la famiglia
30/11/06
Sono 8.813 i giovani in stato di disagio segnalati nel corso di quest'anno al Tribunale per i Minori di Milano e per i quali il vero problema è quello di trovare soluzioni concrete per impedire che l'eccessiva sofferenza personale si trasformi in devianza e bullismo. E' un vero e proprio grido di allarme quello lanciato da Livia Pomodoro, presidente del tribunale: 'Bisogna aiutare i ragazzi, ma anche le famiglie. Molti di questi giovani provengono da situazioni di emarginazione, ma tanti anche dalle cosidette 'famiglie normali'. I problemi dei figli spesso affondano le radici in quelli dei genitori, come l'acolismo, la droga, la disoccupazione e il disagio economico'
Ma qual è l'iter seguito dal Tribunale dei Minori in caso di segnalazione di un disagio? 'Innanzitutto - spiega Livia Pomodoro - intervengono i servizi sociali poi, se la loro azione non è sufficiente, al ragazzo viene affiancato un educatore che lo segue nello studio. Se anche con questi due interventi la famiglia non riesce a gestire la situazione, allora il tribunale affida il giovane alle case di ospitalità. L'ultimo passo è la richiesta di adottabilità, ma se si cerca sempre di non dividere le famiglie perchè, anche nei casi più difficili, i giovani continuano a voler bene ai loro genitori'.

Tratto da 'la Repubblica del 28/11/2006'


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Associazione Culturale Magister Ludi
Cesano Maderno
CF:
Cilla per Haiti
Arona
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY