Netweek      
News
Trofeo Vanoni: Francia e Polonia sugli scudi
25/10/10
Riceviamo dal G.S.CSI Morbegno www.gscsimorbegno.org e pubblichiamo.


L’avevano promesso che dopo otto anni di partecipazione e due secondi posti avrebbero tentato di vincere. Nell’intervista pre-gara Jean-Claude Louison, c.t. della nazionale di corsa in montagna francese e Julien Rancon, capitano dell’équipe de France, avevano sciolto gli indugi spiegando che quest’anno erano più motivati che mai, ma soprattutto erano tutti e tre in forma.
Ecco così che il sogno dei cugini d’Oltralpe si è avverato: Julien Rancon, Didier Zago ed Emmanuel Meyssat in 1h30’30” hanno vinto d’autorità il 53° Trofeo Vanoni. Nulla hanno potuto le Valli Bergamasche, vincitrice lo scorso anno, con un Rancon semplicemente perfetto, per lui il miglior tempo individuale nonché terzo miglior tempo di sempre 29’12” ed entrambi i compagni di squadra sotto i 31 minuti: Zago in 30’50” e Meyssat in 30’28”. La Francia ha quindi dominato dal primo all’ultimo metro.
L’Atletica Valli Bergamasche, in prima frazione con Andrea Ragazzoni (30’41”), si è assestata al secondo posto a metà gara e da lì non si è più schiodata. Semmai ha visto incrementare il distacco, fino a 2 minuti, al termine della terza frazione che il sondalino Massimiliano Zanaboni ha coperto in 31’07”.
Il terzo posto è stato costruito dalla Recastello Radici Group grazie al grande recupero di Eris Costa (31’00”) e Fabio Ruga (30’59”) dopo una prima frazione un po’ sottotono da parte di Danilo Bosio (31’59”).


Polonia sul gradino più alto del podio al Vanoni femminile. Dopo 8 anni da Agniezska Staffa, la compatriota Mariola Sojda (già 2 volte terza gli anni precedenti con il cognome da nubile Konowalska) ha ripetuto l’impresa. Bravissima Marjola, in testa dall’inizio alla fine, più forte di tutte e anche di una rovinosa caduta in discesa. Per lei un tempo finale di 23’13” che vale su un tracciato così scivoloso. Alle sue spalle la britannica Philippa Jackson in 23’22”, di misura sulla camuna Cristina Scolari (23’23”). Appena giù dal podio, per il terzo anno consecutivo, la locale Alice Gaggi (G.S. Valgerola Ciapparelli) in 23’28” che nonostante non fosse al top per malanni di stagione ha comunque lottato con tutte le forze, soprattutto in discesa.


Per il 22° Minivanoni si sono invece presentati al via più di 3000 giovani atleti. Il Trofeo “Mons. Edoardo Danieli – Battaglion Morbegno”, offerto dal Gruppo Alpini Morbegno, è andato quest’anno ai padroni di casa del G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino che con 944 punti hanno nettamente preceduto una sorprendente A.S. Lanzada. Gradino più basso del podio per il G.P. Valchiavenna.


Per quanto riguarda le singole gare, i primi a partire sono state le esordienti sul classico “triangolo” morbegnese. Novecento metri percorsi a tutta da Alessia Fognini (G.P. Talamona Comosystemi) che ha preceduto Sara Crapella (Polisportiva Albosaggia) e Chiara Cirelli (G.P. Talamona Comosytemi). Nei pari età maschili il sempre bravo Matteo Masolini (G.P. Valchiavenna) ha messo dietro Federico Gusmeroli (G.P. Talamona) e Marco Bevilacqua (A.S. Premana). Spazio poi alle ragazze con Rosita Moretti (A.S. Lanzada) a salire sul gradino più alto del podio seguita da Alessia Sonini (G.P. Valchiavenna) ed Elisa Gianola (A.S. Premana). Nei ragazzi doppietta per l’Atletica Vallecamonica con Matteo Gregorini e Manuel Canti che hanno lasciato il gradino più basso del podio a Stefano Ghisletti (G.S. Genzianella). Nella cadette è ancora la Vallecamonica a gioire con Chiara Spagnoli sul gradino più alto del podio, seguita da Alessia Zecca (G.S. Valgerola Ciapparelli) e Martina Barri (G.P. Santi Nuova Olonio). Nei cadetti un imprendibile Andrea Della Rodolfa (A.S. Lanzada) ha nettamente staccato Michele Grossi (G.S. Genzianella) e Davide Speziale (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino). Nelle allieve brava Sara Lhansour (G.S. Valgerola Ciapparelli) a precedere Manuela Stoppini (G.S. Genzianella) e la giallo-blu Sarah Macedonio. Avvincente infine la gara allievi su un percorso che si fa già impegnativo e sale fin sopra al Tempietto: Manuel Frate, polivalente atleta del C.O. Piateda, ha centrato l’impresa e battuto il campione italiano Michael Monella (Atletica Vallecamonica), gradino più basso del podio, per un soffio, a Mirko Bertolini (G.P. Talamona Comosystemi).
Le foto sono di Maurizio Torri www.sportdimontagna.com e Sergio Rocca www.pizzoscalino.it


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Associazione "Senza confini"
Meda
CF: 91120190151
Narconon Amici della vita
Monza
CF: 94593530150
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY