Netweek      
News
Villa Reale cedesi per 30 anni e 4 quattro denari
22/12/10
Da www.parcomonza.org

Nel Consiglio Comunale del 7 Giugno 2010 Infrastrutture Lombarde Spa, società di Regione Lombardia, ha illustrato il bando di gara:
- appalto per la ristrutturazione della Villa Reale e Giardini e spazi esterni di pertinenza
- concessione per Ia gestione dei suddetti spazi per un periodo di 30 anni.
Il bando a procedura ristretta ovvero con la sola partecipazione di società invitate, ha concluso Ia I° fase il 7 Maggio e il 10 Dicembre 2010, II° fase, ci sarà l’ aggiudicazione alla società vincitrice.
La concessione di gestione al privato dura 30 anni e riguarda il corpo centrale della Villa Reale, parte dell’ Ala nord, Giardini e spazi esterni di pertinenza. In tutto circa 9.000 mq2 coperti.
Gli interventi prevedono:
piano terreno: aree commerciali, laboratori artigianali - spazi flessibili e polifunzionali
sovrastanti piani nobili: eventi e attività culturali belvedere: bar, caffetteria, ristorante.
La concessione per la gestione di tutti questi spazi, opportunamente ristrutturati, prevede un affitto di soli 30.000 mila Euro all’anno più lo 0,5% del fatturato.
Il costo previsto è gran parte pubblico: 23 milioni di Euro l’importo totale, di cui 18 milioni a carico delle Istituzioni pubbliche e 5 milioni a carico del privato che vincerà il bando.
I lavori si prevede che inizino a Settembre 2011 e terminino a Marzo 2014.
Nulla il bando dice rispetto alle altre parti del complesso architettonico e ambientale, si prospettano altri bandi a pezzi, senza una visione unitaria del risultato finale. Il Consorzio pubblico, proprietario del bene, il cui Presidente è il sindaco di Monza, sembra non avere più voce in capitolo per l’intero complesso Villa e Giardini, infatti potrà usufruirne solo per 36 giorni nell’intero arco dell' anno!
Lo scopo principale dei privato sarà di guadagnare dal suo investimento, a caro prezzo per i cittadini.
Noi invece vogliamo un programma di gestione pubblica che faccia di Villa e Parco il centro di riferimento culturale sia territoriale che internazionale, rispettoso dei valori storici sia antichi che recenti di questo unico raro e prezioso gioiello architettonico e ambientale, caro a generazioni di concittadini.


Lunedì 20 dicembre, il comitato "La Villa Reale è anche mia" ha consegnato al presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Davide Boni oltre 10 mila firme (sopra il testo della petizione) contro il bando di gara sull'affitto per 30 anni.
Ristrutturazione (e non restauro) e un investimento pubblico sproporzionato rispetto a quello privato sono i motivi principali che hanno portato alla raccolta firme, tra le quali spiccano nomi illustri come quello di Oliviero Toscani, Natalia Aspesi e Lella Costa.
Il presidente Boni ha assicurato che il tema sarà affrontato in Consiglio, dove saranno anche valutati serenamente i progetti di riqualificazione della Villa stesa insieme a consiglieri ed assessori.


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
I bagai di binari
Cernusco Lombardone
CF: CF 94033101036
Solidalinsieme
Cornaredo
CF: 10146020150
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY