Netweek      
News
Federconsumatori e il "risparmio tradito"
11/01/12
Riceviamo da Federconsumatori Lecco e pubblichiamo.


L’aumento di capitale che il Governo e Tremonti aveva a suo tempo autorizzato nel 2007 a favore delle Banche italiane per far fronte alla pesante crisi finanziaria del paese, si è tradotta per circa 15.000 clienti della Panca Popolare di Milano in una perdita secca dei loro soldi investiti nello strumento "Convertendo" di circa i ¾.
L’aumento di capitale autorizzato doveva avvenire coinvolgendo investitori istituzionali (Banche Fondi Aziende Enti ecc ecc.) e non come è avvenuto modificando unilateralmente il profilo di rischio degli stessi clienti che, ignari della consistenza della proposta e dell’investimento studiato a tale proposito appunto il “Convertendo” della banca chiedeva loro incentivando la loro scelta proponendo il 5% degli interessi quando appunto nel 2009 gli interessi dei Bot e CCT marciava al massimo al 1%.
Da qui la nostra puntuale iniziativa proposta dalla FEDERCONSUMATORI NAZIONALE per promuovere ogni iniziativa legale rispettosa delle procedure legali previste dalle normative in campo regolate dal Testo Unificato di Finanza per difendere a costi più ridotti possibile i malcapitati clienti B.P.L. dalla truffa ordita a loro insaputa e svelatasi nella sua crudezza a seguito dell’assemblea dei soci avvenuta il 22/12 2011 a Milano che ha machiavellicamente avvallato con il 53% dei voti non certo dei presenti ma con le deleghe pervenute successivamente dalla lontana ed ancor più ignara periferia.
La proposta di FEDERCONSUMATORI è quella di promuovere e sollecitare l’attivazione della Azione Collettiva la famosa Class Action che l’uscente Governo Berlusconi ha fatto tutto il possibile per depotenziare e renderla quasi inefficace…. Tuttavia siamo fiduciosi e di primo acchito riteniamo di potere porre in campo proprio perché è quella che costa meno e riteniamo utile sperimentare…. In alternativa per tutte le persone/famiglie colpite si potrà sempre accedere all’azione tradizionale e quindi individuale, ulteriormente appesantita con la procedura obbligatoria della mediazione civile che tuttavia presenta dei costi aggiuntivi.


OGGI E’ IMPORTANTE RACCOGLIERE PIU’ MANDATI POSSIBILE PER RAGGIUNGERE QUELLA “MASSA CRITICA” NECESSARIA ED INDISPENSABILE PER CONFERIRE UN PESO POLITICO ALLA LEGITTIMA PROTESTA DI CHI E’ STATO PER L’ENNESIMA VOLTA COLPITO DAL FENOMENO CHE ABBIAMO A RAGIONE DEFINITO DAI CRACK FINANZIARI DELL’ARGENTINA DELLA CIRIO – PARMALAT E DELLA LEHMAN BROTHERS “RISPARMIO TRADITO”ED INDURRE LA BANCA POPOLARE DI MILANO, CHE COME RAGIONE SOCIALE E’ UNA COOPERATIVA, A TRATTARE CON NOI. Passate parola ad amici e conoscenti…..


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Moto Club Bollate
Bollate
CF:
Fidas ADSP Gruppo Ciriè-San Carlo
Ciriè
CF: 80090270010
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY