Netweek      
News
Un "nuovo modo di fare politica..."
14/03/12
Riceviamo dall'Associazione Valle Elvo Viva e pubblichiamo:


Non possiamo nascondere il nostro sconcerto nel leggere le dichiarazioni dell?assessore Governato riportate da ?La Stampa? di gioved├????├???├??├?┬Č 8 marzo secondo le quali, dopo la prima presentazione degli studi effettuati da tecnici indipendenti sul progetto del ?passante idrico? sull?Elvo, risulterebbe che questo si potrebberealizzare con alcune ?criticit├????├???├??├?┬á comunque superabili.?


Forse l?assessore Governato ha sbagliato riunione, oppure, se esiste un minimo di oggettivit├????├???├??├?┬á nei fatti avvenuti durante l?incontro svoltosi in provincia, e sono facilmente verificabili interpellando i diretti interessati, bisognerebbe almenoriportare le seguenti circostanze: gli studi dei tecnici incaricati dalla Comunit├????├???├??├?┬á Montana Valle Elvo portano a ridurre il prelievo di acqua dall?Elvo dagli oltre 8 milioni di metri cubi / anno inizialmente previsti a 4 milioni. La Met├????├???├??├?┬á !!! Vi pare una ?piccola criticit├????├???├??├?┬á facilmente superabile?? Se da un lato si tratta di una buona notizia per il povero Elvo, dall?altra dimostra l?esclusiva volont├????├???├??├?┬á di realizzare l?opera, a prescindere dalla sua effettiva utilit├????├???├??├?┬á
lo studio geologico, redatto da un docente universitario, evidenzia come il progetto sia un gigante (anche nei costi) dai piedi di argilla, perch├????├???├??├?┬ę fondato su rilievi geologici assolutamente insufficienti, sia dal punto di vista delle falde acquifere che saranno interessate dal ?passante? sia per quanto concerne le sponde su cui insister├????├???├??├?┬á lo sbarramento sull?Elvo in coincidenza con la presa d?acqua; addirittura mancano completamente le indagini per tutto il lungo tratto di galleria previsto sotto il crinale della Boscheggia. Questa deficienza richieder├????├???├??├?┬á una lunga e laboriosa opera di studi che dovr├????├???├??├?┬á essere estesa ad almeno un anno di monitoraggio delle falde e carotaggi ulteriori anche per l'opera di imbocco e la strada di accesso
lo stesso studio geologico sottolinea come l?eliminazione delle piene dell?Elvo, in virt├????├???├??├?┬╣ del prelievo effettuato, metter├????├???├??├?┬á a rischio il normale drenaggio del letto del torrente con evidenti conseguenze di carattere ambientale dal momento che verranno ridotti i quantitativi di materiali (ghiaie sabbie ecc) che normalmente e naturalmente vengono portati ogni anno dall'Elvo in pianura
manca anche una valutazione su quella che potr├????├???├??├?┬á essere la risposta delle falde di pianura dell'Elvo, le quali sicuramente verranno impoverite dai diminuiti apporti ricevuti dal Torrente.


Queste criticit├????├???├??├?┬á sono cos├????├???├??├?┬Č facilmente superabili da far affermare proprio in quella sede al progettista del ?passante? che il Consorzio per la bonifica della Baraggia, a questo punto, a fronte di un opposizione da parte degli enti locali, avrebbe potuto pensare a rinunciare al progetto.
Non siamo certo stupiti che una tale distorsione della realt├????├???├??├?┬á venga da un personaggio che fino alla settimana scorsa aveva dichiarato pi├????├???├??├?┬╣ volte, anche sulle colonne dello stesso giornale, che il progetto non esisteva (si badi bene, ?non esiste? ├????├???├??├?┬Ę profondamente e pretestuosamente differente da ?non ├????├???├??├?┬Ę stato ancora ufficialmente presentato?, se l?Italiano non ├????├???├??├?┬Ę un?opinione?), mentre la sua prima stesura risale al 2005 ed i numerosi tavoli organizzati in provincia nonch├????├???├??├?┬ę il lavoro dei tecnici incaricati dagli enti locali si sarebbero basati sul ?nulla??
Ci stupisce invece come queste dichiarazioni vengano invece costantemente riportate in modo acritico. Invitiamo i giornalisti a prendere contatto con i diretti interessati, ovvero con i tecnici che stanno lavorando sul progetto e con chi ha preso parte al ?tavolo? dell?8 marzo.
Perdonate la veemenza, ma mentre rimaniamo sempre disponibili a qualunque aperto confronto sul tema, come abbiamo dimostrato nel dibattito pubblico organizzato la scorsa settimana ad Occhieppo Inferiore, non possiamo tollerare che le oltre 3000 persone che hanno ?fisicamente? firmato la nostra petizione avversa alla costruzione del ?passante? e le oltre 2000 che hanno aderito alla nostra analoga petizione on-line vengano prese pretestuosamente in giro. Se questo ├????├???├??├?┬Ę il ?modo nuovo di fare politica? secondo Governato, per favore, ridateci il vecchio!


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Teatro dell'elica di Sergio Missaglia
Lissone
CF:
Teranga
Cant¨
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY