Netweek      
News
Domenica sarà al Giornata internazionale contro la violenza alle donne: un passo avanti anche per l'Italia?
21/11/12
E' un problema legato alla cultura maschilista, l'uomo che possiede la donna e fa di lei ciò che vuole. Anche umiliarla, picchiarla e persino ucciderla. La violenza sulle donne nasce soprattutto tra le mura domestiche, ad opera di mariti, fidanzati, partner , quelli che le donne dovrebbero invece difenderle.
Dall'inizio dell'anno sono un centinaio le donne vittime di violenza, una ogni due giorni, "Una mattanza", sostiene la presidente di Telefono Rosa www.telefonorosa.it , Maria Gabriella Carnieri Moscatelli. Nel rapporto annuale “Le voci segrete della violenza” che l'associazione ha presentato a luglio si legge che l'87% delle donne che hanno chiesto aiuto a Telefono Rosa hanno subito violenza in famiglia o da quelli che potevano ritenere fossero “i loro cari”.


Domenica 25 novembre sarà celebrata la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, data scelta dall'Assemblea generale dell'ONU per ricordare brutale assassinio del 1960 delle tre sorelle Mirabal, considerate esempio di donne rivoluzionarie per l'impegno con cui tentarono di contrastare il regime del dittatore Rafael Leónidas Trujillo, il dittatore domenicano. Il 25 novembre 1960 le sorelle Mirabal, mentre si recavano a far visita ai loro mariti in prigione, furono bloccate sulla strada da agenti del Servizio di informazione militare. Condotte in un luogo nascosto nelle vicinanze furono torturate, massacrate a colpi e strangolate, per poi essere gettate in un precipizio, a bordo della loro auto, per simulare un incidente.


Proprio oggi, le deputate Giulia Bongiorno (Fli) e Mara Carfagna (Pdl) hanno presentato una proposta di legge nella quale i punti più importanti sono: l'ergastolo a chi commette femminicidio, cioè l'omicidio di una donna in quanto donna, considerare l'aggravante quando l'omicidio è preceduto da anni di maltrattamenti, equiparare coniugi e conviventi per questi tipi di comportamenti, l'introduzione del reato di ''matrimonio forzato'' che riguarda soprattutto le donne straniere.


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Narconon Amici della vita
Monza
CF: 94593530150
Associazione Charitas Valtellina Superiore
Valfurva
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY