Netweek      
News
Chiude il servizio Radiobus, bussini notturni milanesi : fine del sogno metropolitano giallo
30/01/13
A 13 anni dalla sua nascita, ATM comunica che su decisione del Comune chiuderà il Radiobus, i minibus gialli a chiamata notturni, utilizzati soprattutto dall'utenza femminile. Una storia tormentata, la difficile concorrenza ai taxi, gli investimenti di ATM ma la pochissima pubblicità. Erano nati come risposta innovativa per la mobilità notturna ma, già ridimensionati, da troppo tempo giravano vuoti. A Milano nel primo decennio 2000 i cittadini più "metropolitani", quelli che sperano ancora oggi che muoversi in città anche di notte, senza l'auto e comunque in sicurezza diventi presto un diritto per tutti, soprattutto per le donne e per chi mai potrebbe permettersi di prendere ogni sera il taxi, con le tariffe italiane, avevano sempre tifato per il successo del Radiobus. Nato nel 2000, voluto fortemente dal sindaco Albertini, espressione della volontà del Comune di promuovere un servizio di trasporto notturno (iniziava alle 20 e terminava alle 2.00) accessibile a tutti per la tariffa popolare (sotto i 4 euro) e che potesse prelevare ed accompagnare le donne sole quasi al portone di casa, il Radiobus era un taxi collettivo (un minibus da 16 posti) a chiamata, che si prenotava telefonando ad un call center e chiedendo di essere prelevati o accompagnati a tal ora in tal punto. ATM fece anche dei notevoli investimenti nell'organizzazione del servizio perché le palette delle fermate Radiobus, poco a poco, si sono diffuse davvero in tutta la città in modo capillare: presso le più importanti fermate dei mezzi ATM di superficie (inattivi di notte, con l'eccezione della filovia circolare 90/91 e, ma solo da poco, di alcune linee notturne), presso gli incroci strategici, ma anche in vie più isolate, dove si sapeva che il conducente ATM col suo simpatico pulmino giallo del Radiobus sarebbe arrivato alla tal ora, con un?attesa massima di 10, 15 minuti. All'inizio Radiobus fu un successo e molte donne lo apprezzarono, tant'è che si era diffusa la conoscenza del numero del call center 02.48.03.48.03. Capitava alle feste e ai ritrovi notturni di vedere ragazze impegnate al telefono col centralino Radiobus, anche se il servizio non doveva essere come un taxi, immediato, ma garantire un passaggio sicuro a chi programmasse la serata almeno il giorno prima o al limite qualche ora prima del tragitto, per permettere appunto a Radiobus di creare itinerari condivisi da più passeggeri. Da Eco dalle citta


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Ceep da Bindela
Erba
CF:
U.S. BOLLATESE 1919
Bollate
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY