Netweek      
News
Giornata mondiale dell'acqua: rischio desertificazioni se non si interviene subito
22/03/07
Oggi si celebra la Giornata mondiale dell'acqua, quest'anno dedicata al tema della scarsità idrica. Nel dossier 'Acque 2007, l'emergenza siamo noi!' presentato dal WWf vengono evidenziate le situazioni più critiche, mentre i Governi sono invitati ad affrontare in modo decisivo la crescente penuria idrica dovuta non solo ai cambiamenti climatici, ma anche agli sprechi eccessivi associati ad una inefficace gestione delle acque.
Tra le cause principali delle continue crisi idriche, il Wwf segnala il decrescere delle precipitazioni nevose su tutto l'arco alpino di oltre il 18%, con conseguente sfruttamento d'acqua per l'innevamento artificiale, che toglie 90 milioni di metri cubi d'acqua l'anno; un'agricoltura idrovora, che assorbe il 46% dei consumi nazionali; perdite fisiologiche del 7-15% (fino a 55% in alcune aree), dovute a gravi situazioni delle reti di distribuzione; proliferazione di pozzi illegali: si parla di circa 15 milioni di casi di captazione abusiva d'acqua, localizzati soprattutto nel centro-sud.
Secondo il Wwf il Governo dovrebbe impegnarsi maggiormente nello scoraggiare gli usi non prioritari della risorsa idropotabile come, ad esempio, l'elevato consumo di acqua minerale: ogni italiano fa uso di più di 180 litri all'anno, nella convinzione, errata, che l'acqua del rubinetto non sia buona.
Secondo i dati dell'Organizzazione mondiale della sanità, nel 2025 circa 1,8 miliardi di persone vivranno in Paesi e regioni con scarsità idrica. Anche il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano si è espresso in merito, sostenendo che 'è necessaria una strategia comune a tutti i Paesi per salvaguardare il patrimonio ambientale e le sue risorse. L'acqua è un bene comune essenziale, da tutelare anche nell'interesse delle generazioni future'.

Foto e testo tratti da www.wwf.it


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
Abio Sondrio - Associazione per il bambino in ospedale
Sondrio
CF: 93009390142
ASSOCIAZIONE ADOTTA RENATA
Rovellasca
CF: 95097700132
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY