Netweek      
News
Agenzia per le Onlus: relazione annuale 2006 e prospettive per l'anno in corso
03/04/07
E’ stata presentata lunedì scorso davanti alla Presidenza del Consiglio dei Ministri la quinta relazione annuale sull’attività svolta dall’Agenzia per le Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale, ultima del primo mandato del consiglio di amministrazione dell’Agenzia.
Con l’anno 2007 si è aperto infatti il secondo mandato dell’Agenzia, che vede alla sua guida il Professor Stefano Zamagni, supportato dal nuovo consiglio di amministrazione. Il Professor Zamagni è succeduto al Professor Lorenzo Ornaghi, al quale si deve l’impianto originario dell’ente, il suo rapido sviluppo e la sua affermazione nel panorama del non profit italiano.
Entrambi sembrano concordi nel giudicare che le potenzialità dell’Agenzia sono molteplici, sia a livello nazionale che internazionale. Il raggiungimento di tale traguardo richiede tuttavia una maggiore sinergia con le autorità della pubblica amministrazione.
L’Agenzia si pone come ente di raccordo tra le istituzioni pubbliche e la società civile nelle sue molteplici forme. Fino ad ora l’attività di vigilanza e controllo ha avuto un ruolo centrale nell’operato dell’Agenzia, basti pensare che solo nel 2006 il dipartimento giuridico ha formulato circa 1500 pareri pervenuti da pubbliche amministrazioni e da privati. Tuttavia l’Agenzia non svolge solamente l’attività di mero controllo, ma si pone come soggetto di promozione dei valori propri del Terzo Settore.
La quinta relazione ha messo in evidenza come proprio il lavoro di promozione sia stato oggetto di particolare interesse da parte dell’ente. A dimostrazione di ciò si è vista la pubblicazione di numerose borse di studio inerenti alle principali tematiche legate al Terzo Settore, la redazione del Libro Bianco e del Libro Verde sul Terzo Settore, la realizzazione di convegni ed incontri e lo studio approfondito sui registri delle organizzazioni del Terzo Settore.
L’ambizioso progetto che persegue l’Agenzia è quello di porsi quale livello istituzionale attraverso cui gli enti pubblici locali e i loro cittadini possono da una parte essere valorizzati per le loro buone pratiche e dall’altra essere aiutati e se necessario guidati su percorsi di sussidiarietà orizzontale.
Sicuramente non va sottovalutato il ruolo di controllo e di vigilanza svolto sino ad ora in collaborazione con la Guardia di Finanza e l’Agenzia delle Entrate e che si auspica sia l’inizio di una collaborazione sempre più efficiente.
Parafrasando le parole del suo Presidente “ciò che mi auguro è che nei prossimi cinque anni l’agenzia sappia adempiere appieno alla sua missione istituzionale e ciò allo scopo di rendere sempre più concreta la consapevolezza che la crescita del Terzo Settore rappresenta davvero una risorsa decisiva per lo sviluppo socio economico del nostro paese e un’opportunità insostituibile di progresso civile”.
Shematicamente, le prospettive dell'Agenzia per il 2007 sono:
1- intese formali con:
- Agenzia delle entrate
- Conferenza delle Regioni;
2- accordo con la RAI per dare maggiore visibilità al Terzo Settore;
3- collaborazione con l’Istat finalizzata all’individuazione della strategia ottimale per dotare il mondo del non profit della base informativa necessaria per far emergere il cosiddetto Terzo Settore nascosto nonché per creare sinergie in previsione del censimento delle organizzazioni non profit 2009;
4- unificazione dei registri del Terzo Settore in Italia;
5- cooperarazione con il mondo universitario per la realizzazione di corsi di laurea universitari rivolti al Terzo Settore;
6- fattiva collaborazione con la Fondazione per il Sud per la promozione ed il potenziamento delle infrastrutture sociali del Mezzogiorno.

Tratto da www.agenziaperleonlus.it


Torna indietroCommenta l'articolo
 
 
Ricerca associazioni
Per provincia
Per comune
Per categoria
Per Nome



Cerchi
A


In vetrina
ASSOCIAZIONE NAZIONALE ALPINI BELLAGIO - VISGNOLA
Bellagio
CF:
Amici di Raoul Follereau
Vedano al Lambro
CF:
Dmedia Group Spa Soc. Unipersonale Corso Vittorio Emanuele II, 15 20122 Milano C.F. e P.IVA 13428550159 Società del GRUPPO DMAIL GROUP S.p.A. - Milano Codice fiscale e Registro Imprese 12925460151

TERMINI E CONDIZIONI | PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY